Terroir e produzione

I nosri vigneti si situano sulla fascia pedemontana tra Gudo e Minusio, a una quota variabile tra 220 e 400 m/slm. Le terre di origine fluvio-glaciale sono sabbiose e ciottolose, poco dotate di argilla ( dal 4 al 7% ), tranne eccezioni che raggiungono il 14%. Il pH è leggermente acido e la sostanza organica ha un tenore elevato ( 4 – 8%). Su queste terre terrazzate a ciglioni di larghezza inferiore a un metro e  di media profondità, pratichiamo l’inerbimento completo e permanente del vigneto, con falciature alternate sulle scarpate per mantenere una copertura erbosa sempre in parte in fioritura. Il sottofilare è pure inerbito e viene falciato piu’ frequentemente. Questo sistema di coltivazione e la rinuncia a concimi di sintesi ed erbicidi, conferisce produzioni piuttosto basse, che si situano attorno ai 500-600 gr/mq. La qualità delle uve diviene quindi eccelsa, donando dei vini con gradazioni naturali sempre superiori ai 12% vol.

A settembre 2020 abbiamo filmato alcune impressioni della vendemmia nei vigneti curati da Stefano Haldemann con i suoi collaboratori e le sue collaboratrici. 

I vigneti curati da Stefano Haldemann sui ripidi pendii del Piano di Magadino. Foto: Brigitte Forrer.